GIOIELLI NICHEL FREE PER ARTIGIANE

“Sono allergica al nichel, un problema comune a molte donne che amano i gioielli ma non possono indossare nulla che non sia “nichel free”. L’allergia al nichel può manifestarsi a qualunque età e spesso anche chi non ne soffre lamenta fastidi e reazioni allergiche da contatto. Perché non realizzare qualcosa di nuovo per queste persone? Ho pensato che il FabLab potesse aiutarmi a creare una nuova linea di gioielli utilizzando le tecnologie digitali”.

Inizia così il racconto di Chiara Di Cillo, una giovane imprenditrice che ha partecipato alla Fabber School “Makers in Rosa” dedicata all’oreficeria digitale nel FabLab della Regione Lazio.

“L’idea è quella di sfruttare quanto sto già realizzando con la mia startup PORTATELOVUNQUE, che utilizza materiali di recupero come ad esempio il neoprene, per lanciare una nuova linea di bigiotteria “anallergica” di moda, giovanile, colorata, di design, che possa rispondere alle esigenze ed ai gusti di tutte le ragazze”.
L’attenzione di Chiara nei confronti delle persone allergiche è stata quindi la molla per l’avvio del suo nuovo progetto nel FabLab.
“Da sempre, i gioielli sono un accessorio fondamentale per una donna: che siano classici, preziosi, ricercati o stravaganti. Purtroppo le donne che soffrono di allergia da contatto sono costrette a rinunciare perché anche la minima traccia di nichel può provocare delle reazioni allergiche – come ci sottolinea Chiara – “Ho verificato sulla mia pelle come anche l’oro, l’argento e l’acciaio chirurgico possono causare dermatiti”.
I gioielli definiti ‘anallergici”, oltre ad avere spesso un costo proibitivo, non sempre possono infatti garantire l’assenza totale di tracce di nichel.
Attraverso la “Makers in Rosa”, Chiara ha acquisito le competenze per la realizzazione di un gioiello attraverso le tecnologie digitali. A partire dal disegno e dal progetto in 3D, fino alla realizzazione del modello in resina del gioiello e alla sua successiva trasformazione attraverso processi di fusione a “cera persa”.

Il primo gioiello disegnato e stampato è stato un “ciondolo a forma di forbice”, dedicato a sarte e modelliste, incorporato ad un cordino in cotone colorato.
La prima linea di Chiara “gioielli nichel free per artigiane” sarà dedicata ai mestieri. Ogni ciondolo rappresenterà un “attrezzo da lavoro”, come appunto una forbice per le sarte, un righello per architetti o un pennello per pittrici.

Posted by admin / Posted on 07 Feb
  • faber school, FabLab Lazio, Fablabroma, Gratuito, Makers in rosa, Oreficeria digitale, portatelovunque
  • Post Comments 0

    Drop us a line